Game Fair Italia, per la prima volta nella Baia di Calenella

 

Parte nella Baia di Calenella, nel comune di Vico del Gargano (FG) il primo Game Fair Italia. La prima edizione dell’evento si svolgerò dalle 11.30 del 6 settembre ed è promosso dal CNCN (Comitato Nazionale Caccia e Natura) e dal comune foggiano. game fair italia

Il titolo dell’evento sarà “Puglia Parco d’Europa – Gestire la fauna per il bene di tutti” e sarà il leitmotiv dell’incontro nella baia del Gargano, e sarà la prima volta della fiera Country al Sud Italia. Game Fair Italia promuove la consapevolezza del ritorno alla natura, ascoltando le voci di chi vive tutti i giorni l’ambiente. Il CNCN assieme al comune di Vico del Gargano sono gli organizzatori dell’evento, accompagnati ovviamente da Game Fair Italia. L’incontro è incentrato sulla ricerca di una collaborazione approfondita sulle tematiche della gestione della fauna, in modo da coinvolgere gli ambientalisti più razionali e chi vive di natura quotidianamente, coinvolgendo quindi anche i cacciatori.Questo è uno dei tanti eventi dedicati alla caccia, controllabili qui, sparsi per l’Italia, che cerca di coinvolgere le parti. L’evento inizierà con il saluto di benvenuto del Sindaco di Vico del Gargano, Michele Sementino che lascerà subito la parola al dibattito, in cui il moderatore sarà il presidente di Game Fair Italia e del CNCN Giovanni Ghini, e come ospiti il presidente di Federcaccia Gianluca Dall’Olio, il responsabile di fauna e biodiversità di Legambiente Antonio Morabito, il presidente del Parco Nazionale del Gargano Stefano Pecorella, il presidente di Federparchi Giampiero Samurri, il presidente di ARCI Caccia Osvaldo Veneziano. La chiusura dell’incontro sarà affidata all’Assessore alla programmazione ed eventi del Comune Vico Del Gargano.

La tavola rotonda è stata pensata dagli organizzatori per alimentare il dibattito e perché ci sia un contatto tra il pubblico e gli ospiti, per questo motivo si è pensato di abbandonare la classica formula del convegno. Game Fair Italia propone di far crescere la collaborazione tra un ambientalismo “maturo”, ancora non molto sviluppato in Italia, e chi vive tutti i giorni la natura, come gli stessi cacciatori, sempre impegnati nella preservazione dell’habitat in cui operano. L’iniziativa non cercherà per forza di mettere d’accordo i due punti di vista, ma anche di far emergere le differenze. Non può essere infatti solo l’intervento delle istituzioni a gestire la fauna: serve infatti un cooperazione di tutti i protagonisti impegnati su questa problematica. Il meraviglioso paesaggio del comune del Gargano farà naturalmente da sfondo a questo incontro. Il Game Fair Italia infatti sarà solo uno degli eventi che si terranno quest’anno, diretti alla valorizzazione di questo territorio ricco di bellezze naturali.