Leva Militare Obbligatoria per i Maggiorenni? NON torna dal 2015

militariIl Corriere del Mattino cambia nome e colpisce ancora: il plurismentito giornale satirico (o bufalaro, che dir si voglia) ha cambiato infatti nome (da qualche giorno si chiama ‘Asa’, con un logo molto simile a quello della più nota ‘Ansa’, ma con una lettera in meno) ma continua a pubblicare notizie che tendono a mandare nel panico i lettori – incapaci di discernere il finto dal vero.

Nello specifico, si parla del ritorno della leva obbligatoria (ormai interrotto da circa un decennio): secondo quanto riportato dal fu ‘Corriere del Mattino’, “a causa degli eventi recenti in medioriente, compresi i comunicati intimidatori da parte di gruppi integralisti islamici come l’isis nei confronti dei paesi comunitari quali l’Italia, considerato lo scarso numero di esponenti a servizio permanente nelle forze armate, complice la poca preparazione atletica e tattica, secondo alcune indiscrezioni provenienti da funzionari del Ministero, il governo ha deciso di ricostituire la leva obbligatoria a partire dall’anno 2015”.

Perché la notizia è falsa? Al di là del semplice fatto che a pubblicarlo è un giornale che nel footer evidenzia la propria natura ‘satirica’ (laddove non si capisce esattamente quale sia la satira in una news come questa), possiamo notare come gli elementi di veridicità della notizia – tipo lo sportello presso cui recarsi per poter rispondere alla chiamata dell’esercito – siano assolutamente poco credibili: “lo sportello unico della difesa (presente in tutte le OSL del territorio)” non è mai esistito e, ancora, è totalmente fallace il “certificato di addestramento bellico” regolato dall'(inesistente) “protocollo Badoglio 45c per la difesa patriottica federale”.

Insomma, non vi preoccupate: non dovrete entrare nell’esercito, qualora siate stati esonerati dalla leva obbligatoria. Si tratta dell’ennesima notizia fake in cui molti sono cascati.