Gli antenati degli animali ricostruiti in 3D

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:21

164827991-446eecbf-94ba-42c7-a004-971181d911b7

Dal recente studio pubblicato sulla rivista dell’Accademia delle Scienze Pnas, ad opera di un equipe di ricercatori dell’Università di Cambrigde è stato possibile realizzare il primo modello computazionale relativo alla struttura ed evoluzione dei rangeomorfi, che potrebbero i primi animali esistiti sul Pianeta.

I ricercatori inglesi dopo aver esaminato i fossili rinvenuti i diverse parti del globo, tramite il computer ed un modello matematico sono riusciti a ricostruire in 3D la particolare forma geometrica di questi organismi estinti, riuscendo a fornire delle preziose informazioni circa la loro crescita, evoluzione ed estinzione.

I rangeomorfi, presenti sul fondo dell’oceano circa 635 e i 541 milioni di anni fa, sono i primi animali di grandi dimensioni che hanno abitato la Terra, visto che all’epoca dell’Ediacarano la maggior parte delle specie aveva dimensioni microscopiche. Tali antenati degli animali, si sono poi estinti in seguito al cambiamento delle condizioni ecologiche e geochimiche del periodo Cambriano.

L’aspetto particolare dei rangeomorfi, con elementi simili a rami morbidi, una struttura morfologica a frattali, per cui ramificata, regolare e ripetuta su diverse scale di grandezza all’interno del medesimo oggetto. Dall’analisi fatta in tre dimensioni, la conformazione di tali organismi sembra massimizzare l’area della superficie esterna, in modo da assorbire la massima quantità di nutrienti attraverso l’acqua ed ottimizzare la loro capacità di alimentarsi.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!