Le opere e le memorie di Chagall in mostra a Milano

phpThumb_generated_thumbnailDal 17 settembre all’1  febbraio si svolgerà presso il Palazzo Reale di Milano la mostra con le opere e l’autobiografia scoperta di recente di Marc Chagall. L’ esposizione su Chagall ideata e curata da Claudia Zevi, è stata promossa dal comune di Milano-Cultura, nell’ambito del programma ‘Milano Cuore d’Europa‘.Nelle diverse sezioni della mostra vi saranno esposte ben 220 opere dell’artista russo provenienti dalle maggiori collezioni pubbliche e private internazionali come: il Moma, il Metropolitan Museum, la National Gallery di Washington, il Museo Nazionale Russo di S. Pietroburgo, il Centre Pompidou. Inoltre nella mostra vi sarà esposta la sua autobiografia inedita, dove si narra degli scambi pungenti con Picasso, il toccante primo viaggio ”in terra ebraica”, la sua terra d’origine e l’ammirazione per la pittura di Claude Monet e Bonnard.

Lo scopo della mostra che presenta tutta la produzione artistica dell’artista dal primo quadro, ‘Le petit salon’, fino alle ultime, monumentali opere degli anni ’80 , è quello di documentare la rarissima capacità di Chagall di restare sempre fedele a se stesso e al suo linguaggio pittorico nonostante i suoi diversi esperimenti circa i linguaggi delle avanguardie storiche. Il linguaggio artistico di Chagall è frutto delle tre culture a cui egli apparteneva che sono quella ebraica, francese e russa, evidente nelle opere quali ‘Il compleanno’, ‘La passeggiata’, ‘L’ebreo in rosso’, ‘Il poeta giacente’, ‘La mucca con l’ombrello’, ‘ Doppio ritratto’, ‘La Madonna del Villaggio’, Il guanto nero’ e ‘La crocifissione in giallo’. Si tratta di veri capolavori che mostrano come Chagall sia riuscito a mantenere immutato nel tempo lo stesso stupore e meraviglia di fronte alla natura e all’umanità ed allo stesso tempo la fiducia di provare a costruire un mondo migliore. I fiori e gli animali che popolano i suoi dipinti, sono delle metafore di un universo in cui tutti gli esseri viventi possano vivere in pace tra loro.