La sigaretta elettronica nuoce ai giovani

620x413xl43-sigaretta-140826130859_big.jpg.pagespeed.ic.tdhrsw1kvOLa sigaretta elettronica di certo contiene meno nicotina rispetto alla sigaretta tradizionale, ma l’ inalazione del suo fumo in vapore potrebbe essere dannosa per la salute. L’Oms o l’organizzazione mondiale della sanità, consiglia il divieto di vendere le sigarette elettroniche ai minorenni e di ‘svapare’ negli spazi pubblici chiusi, in quanto la sigaretta elettronica risulterebbe essere dannosa allo sviluppo celebrale dei giovani.

Il fumatore di tali surrogati delle sigarette, inala un vapore che gli dà la sensazione di fumare tabacco, ma in realtà si tratta di una soluzione che poi evapora, fatta con glicole propilenico, glicerolo, aromi alimentari e a volte nicotina. In un documento del 26 agosto l’oms dichiara: La sigaretta elettronica è considerata un «grave pericolo per l’adolescente e il feto»,«L’esposizione alla nicotina ha conseguenze a lungo termine sullo sviluppo del cervello».A tal proposito dal 13 al 18 ottobre a Mosca, si terrà una Conferenza delle parti  alla Convenzione quadro dell’Oms sul tabacco.

Secondo i dati raccolti tali inalatori di nocotina, danneggiano principalmente i bambini, gli adolescenti e le donne in gravidanza, visto che rilasciano sostanze tossiche. Inoltre le sigarette elettroniche sono potenzialmente nocive anche  per tutti i non fumatori,  che vengono così passivamente alla nicotina e varie sostanze tossiche per l’organismo.