Le 5 regole della dieta vegana, no a sale e fritture

cucina-vegana2La dieta vegana, particolare dieta vegetariana, si basa sul consumo di variegati cibi vegetali, e prevede  l’esclusione di prodotti di origine animale e dei loro derivati. Invece tra i prodotti di uso quotidiano esclusi dai vegani vi sono: le pellicce, la seta, la pelle, la lana, la cera d’api, la cocciniglia, la gommalacca e gli insetticidi.
Risulta fondamentale che i legumi, i cereali, la frutta, la verdura e la frutta secca siano ben bilanciati all’interno della dieta per renderla ben bilanciata. Come surrogati di carne, pesce e uova, si usano surrogati come il tofu, i prodotti alla soia e il seitan.
La dieta vegana è sopratutto uno stile di vita che si riflette anche nelle abitudini di ogni giorno, nell’abbigliamento, nei modi di fare. Considerato che  il veganismo  si fonda su un forte rispetto verso tutte le forme di vita viventi, compresi gli animali, nella dieta vegan viene data molta importanza a tutti  gli alimenti  di origine vegetale che devono provenire  da agricoltura biologica o integrata.

 

 

Le 5 regole della dieta vegana sono:

– fare le giuste combinazioni alimentari
– usare solo grassi naturali
– consumare frutta e verdura biologica priva di pesticidi e altre sostanze nocive
– eliminare il sale
– evitare la frittura e preferire cotture più salutari