Quanto vive mediamente un gatto?

Gatta3Il gatto domestico o felis silvestris catus, appartenente alla famiglia dei felidi, ha un età media di circa 12-15 anni, l’equivalente di un umano di 64-76 anni, tuttavia vi sono diversi fattori che possono incidere e far variare tali dati. I fattori che incidono sull’età media del gatto sono: la genetica, la razza del felino, lo stile di vita, il clima e all’alimentazione. Se si sommano diversi fattori soggettivi e ed oggettivi, un gatto domestico può anche vivere fino a 18/ 20 anni.

Ovviamente vi sono della differenze tra un gatto non sterilizzato che si muove al di fuori dell’ambiente domestico e uno domestico, perché il primo rischia maggiormente di contrarre malattie infettive, parassiti o di essere investito da un auto. Per mantenere in salute e garantire una lunga vita al nostro gatto domestico, occorre stare attenti alla sua salute mediante adeguate vaccinazioni, visite e cure veterinarie ed alimenti specifici.

I gatti crescono piuttosto velocemente, già ad un anno di età sviluppa una fisiologia ed una conoscenza dell’ambiente esterno simile a quella di adolescente umano, per poi raggiungere in breve la maturità e la vecchiaia. Per conoscere l’esatta età del piccolo felino, occorre semplicemente osservare la sua dentatura. Nei tempi moderni, l’anzianità felina è in aumento, ciò per via di un’alimentazione migliore, all’incremento delle vaccinazioni  ed una maggiore attenzione alla loro salute. Dai dati emerge che in particolare in Francia vi sono circa 8,2 milioni di gatti aventi un’età maggiore agli otto anni.