Le 12 virtù della Tormentilla, per lenire le coliche (ma non solo)

tormentillaLa Tormentilla, o Potentilla erecta, è una pianta medicinale che nasce ai margini delle strade, nei prati, nei fossi, e nei campi incolti dell’Europa centrale e meridionale. Il nome di tale erbacea deriva dal latino tormentina, che significa crampi intestinali (o coliche), infatti la sua radice è da tempi antichi usata per lenire tali disturbi.

Si tratta di una pianta perenne, caratterizzata da un grande rizoma irregolare dal quale escono le radici, foglie palmate a rosetta e fiori piccoli e di colore giallo. La Tormentilla è ricca di flavonoidi, gomma, triterpeni e sopratutto di tannini, che hanno numerose proprietà benefiche. Le capacità terapeutiche della Tormentilla si trovano nella radice, che va estratta in primavera o in l’autunno e poi fatta essiccare. Inoltre gli estratti della pianta trovano impiego per uso esterno, aggiunti ai saponi, alle creme idratanti, alle lozioni dopo-barba, ai deodoranti e molti altri prodotti per la cura e l’ igiene personale.

Tra le 12 virtù della Tormentilla vi sono:

– proprietà astringenti e antibatteriche

– tintura rossa estratta dalla radice viene usata per fabbricare l’inchiostro rosso

– proprietà antimicrobiche

– ottimo antinfiammatorio

– virtù lenitive

– cura il mal di denti

– proprietà cicatrizzanti

– rimedio contro le emorroidi

– cura i disordini gastro-intestinali

– abbassa i livelli di zucchero nel sangue

– cura i problemi di digestione

– cura le emorragie esterne ed interne