Sciopero trasporti: venerdì nero per chi viaggia

Scioperi

 

Si profila una giornata difficile per i tanti italiani che raggiungono il posto di lavoro con i mezzi di trasporto pubblico. L’Usb (Unione sindacale di base) e l’Orsa (Organizzazione sindacati autonomi e di base) hanno, infatti, indetto per domani venerdì 24 ottobre uno sciopero di 24 ore per dire no alle misure del chiacchierato Jobs Act e, in particolare, all’eliminazione dell’Articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori.

La mobilitazione coinvolgerà molte città italiane, secondo modalità diverse. Per quanto riguarda il settore ferroviario, come precisato dal ministero dei Trasporti, lo sciopero di 8 ore di domani si protrarrà dalle 9 del mattino alle 16.59. Più pesanti si preannunciano, invece, i disagi per coloro che si spostano in autobus, tram e metropolitana (ma anche in nave e in aereo), che potrebbero fermarsi per l’intera giornata. A Roma i servizi di trasporto saranno garantiti fino alle 8,30 del mattino e riprenderanno poi dalle 17 alle 20, coprendo le cosiddette “fasce di garanzie”. Con disagi e ingorghi a cui l’utenza capitolina è già tristemente abituata.