Romania, 40 donne scoprono al funerale che il loro partner aveva l’Aids

daniel decuE’ una notizia che ha fatto il giro dei social network e dei media online internazionali ma che in Italia ancora non ha è stata rilanciata da nessuno: nel paese di Segarcea, in Romania, un giovane di 24 anni – Daniel Decu – sarebbe morto a causa del virus dell’Aids e avrebbe potuto contagiare una quarantine di donne con cui sarebbe andato a letto.

La storia dell’incosciente Don Giovanni, raccontata dal ‘Daily Mail’, ha fatto il giro del web: le 40 donne con cui sarebbe andato a letto nel corso del tempo, si sarebbero rese conto della problematica soltanto il giorno del funerale del ragazzo.

Adesso si stanno sottoponendo al test HIV e due di loro sarebbero già risultate positive al virus. Secondo quanto raccontato dal giornale inglese (e dalle diverse testate online che hanno riportato la notizia), il medico della famiglia Decu, Cornel Stanciu, avrebbe voluto rendere pubblica la malattia del giovane per salvaguardare altre vite, nel momento in cui scoprì che Daniel andava a letto anche con la figlia. Tuttavia, la madre del giovane lo minacciò di denunciarlo per violazione della privacy (non v’è legge, in Romania, che obblighi una persona affetta da Aids a comunicare il proprio status al partner) e così fu costretto a tacere.

Come dichiara adesso: “Sapevo che aveva molte amiche, ma non potevo fare nulla”. Adesso, impossibilitati a rifarsi sullo scomparso Daniel, la polizia sta investigando per vedere se è possibile rifarsi sulla madre e/o su membri della famiglia Decu. Come dichiarato dal sindaco di Segarcea, Nicolae Popa, infatti: “La madre del ragazzo ha la colpa della terribile situazione in cui ci troviamo”.