Spranger in mostra al New York MetMuseum

Un'opera di SprangerDal 4 novembre fino al 1 febbraio 2015 presso il Metropolitan Museum di New York vi è l’occasione di ammirare la prima mostra dedicata all’artista olandese Bartholomaeus Spranger, intitolata ‘Bartholomeus Spranger: Splendor and Eroticism in Imperial Prague’: sarà possibile ammirare ben 111 opere tra tele, stampe, disegni e sculture del grande artista fiammingo.

Spranger è stato un grande esponente del Manierismo ed ha lavorato per cardinali, un papa e due imperatori del sedicesimo secolo. Ciò che rese famosa all’estero la sua arte sono sopratutto le incisioni, che furono di assoluta rilevanza per i giovani manieristi olandesi come Abraham Bloemaert e Hendrick Goltzius.

La mostra evidenzia gli anni della formazione di Spranger a Parma, Milano e Roma, dove fu ispirato dal Parmigianino e Zuccari, acquisendo la maniera moderna italiana e lavorando su commissione di grandi personaggi della religione e imperatori.

La curatrice della mostra Sally Metzler ha dichiarato: “E’ la storia della trasformazione di un artista, dal periodo italiano in cui lavorando su commissione di personalità religiose è caratterizzato da un certo tipo di ‘pudore’ tipico del mondo cattolico fino ad arrivare al periodo di Praga in cui la sua arte trova la massima espressione sotto l’imperatore Rodolfo II”. L’imperatore Rodolfo II, infatti, era noto per la sua grande passione verso le arti e scienze occulte, passioni evidenti nell’arte di Spranger: le sue opere del periodo sono imbevute di erotismo, allegoria, erudizione, inquietudine e sensualità femminile, come si nota in opere come ‘Giove e Antiope’ del 1595/97, ‘Ercole e Onfale’ del 1585, ‘Venere e Adone’ del 1597.