Home Tempi Postmoderni Curiosità

La triste fine di Casper, il cane mascotte dell’Università soppresso in Cina

CONDIVIDI

20141123_c2_casper.jpg.pagespeed.ce.ryzdrZ8NetLa triste fine di Casper– La storia incredibile che sta facendo il giro del mondo ha come protagonista un cane, Casper, che si aggirava da molto tempo nell’Università Northwest A&F della contea di Yanglin, in Cina, e assisteva alle lezioni silenziosamente e senza creare disturbo.

Molto amato dai professori e dagli studenti stessi, mostrava di avere una spiccata propensione per le lezioni di matematica e di inglese. Ma nonostante la sua docilità, qualcuno ha pensato di doverlo avvelenare: il cagnolino infatti è stato ritrovato senza vita in un cestino dell’università.

Da quanto si è scoperto i responsabili dell’avvelenamento sono i funzionari dell’Università stessa, i quali hanno motivato il gesto dicendo che è stato fatto per evitare che mordesse qualcuno in modo che l’Università non incorresse in causa, visto che se fosse accaduto i diretti responsabili erano loro. Questo gesto ha suscitato la reazione degli studenti che sono convinti che l’Università abbia compiuto questo disumano atto solo per difendere il proprio buon nome e per evitare di fare una eventuale figura poco professionale: ma ciò vale la vita di un cane?

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram