Ketil Bjornstad e la sua ammirazione per John Donne

Ketil BjornstadUna dominante nella vita dell’artista Ketil Bjornstad, celebre pianista classico, compositore e scrittore è l’ammirazione per il poeta metafisico John Donne. Ketil Bjornstad, dopo una prima formazione saldamente classic,  giunge al jazz grazie all’ascolto del brano di David Miles ‘In a Silent Way’ per poi passare ai grandi del jazz come Monk e Billy Evans. Nelle sue composizioni musicali Bjornstad miscela perfettamente il classicismo con la tradizione jazzistica.

Il noto compositore norvegese, dopo aver in passato attinto ai versi di Donne per registrare The Shadow, Grace e l’album ECM The Light ‘A passion for John Donne’, in merito alla sua grande passione per il poeta inglese ha dichiarato: “Dopo aver lavorato sui testi di John Donne per più di vent’anni trovo ancora nuovi approcci per capire la sua parola così intrinsecamente musicale. La musica è nel linguaggio, nel ritmo, nei silenzi tra le frasi, una ricerca appassionata di significato. La vita drammatica di Donne è riflessa nei suoi testi intrisi di passione, di melodia e di suoni “.

Tutta la sua produzione musicale si basa sulla contemplazione della natura scandinava e sopratutto del mare, evidente in brani come per esempio: The Sea I, The Sea II, The River, The Seafarer’s Song, ove si scorgono i richiami a Ravel, Monk, Stravinskj e Bach.

In altre collaborazioni con celebri musicisti quali David Darling, Trilok Gurtu o Jon Christensen, vi sono frattanto molti richiami alle bellissime poesie di John Donne.