Pino Daniele: i funerali mercoledi 7 Gennaio a Roma

Pino Danieleimages (1): i funerali mercoledi a Roma – Aveva 59 anni quando la notte scorsa, il celebre cantautore napoletano è stato colpito da infarto, mentre si trovava nella sua villa nelle campagne del grossetano.

Dopo aver accusato il malore i familiari avevano allertato il 118 ma il cantante, quando l’ambulanza già si trovava nei pressi della sua abitazione, ha preferito farsi accompagnare in auto all’ospedale Sant’Eugenio di Roma, dove purtroppo è giunto già privo di vita.

Il suo cardiologo, il dottor Achille Gaspardoni, Direttore dell’UOC di Cardiologia all’Ospedale S. Eugenio ha riferito: ”Sono state fatte tutte le manovre di rianimazione, ma Pino Daniele era già morto”.

I sanitari del nosocomio capitolino hanno confermato si sia trattato di un arresto cardiaco, triste epilogo di una malattia cardiaca già conclamata.

I suoi funerali avranno luogo mercoledi 7 Gennaio alle 12:00 nel santuario del Divino Amore a Roma. La salma dell’artista invece sarà tumulata nel cimitero di Talamone così come ha disposto il sindaco di Orbetello, Monica Paffetti, accogliendo la richiesta dei parenti.

Alla vigilia dei 60 anni, che avrebbe compiuto il prossimo 19 Marzo, il cantante e chitarrista aveva cominciato la sua carriera nel 1975, ma aveva esordito nel 1977 con l’album Terra mia. Annoverato tra gli artisti italiani più conosciuti nel panorama internazionale il suo stile unico, fatto di un mélange di blues, jazz e musica tradizionale partenopea era diventato il suo marchio di fabbrica in tutto il mondo.

La sua ultima apparizione risale al Capodanno appena trascorso, nello show in diretta da Courmayeur in onda su Rai1.

Appresa la notizia sul web è giunto repentino il cordoglio di colleghi, amici, fan e rappresentanti del mondo  politico. Il premier Renzi ha espresso il suo dispiacere dichiarando “Ho ancora nelle orecchie la sua musica a Capodanno. Una voce incredibile, quella non solo di Napoli e del Sud, ma di tutta l’Italia, una chitarra preziosa, una sensibilità rara che, con passione e malinconia, continuerà a raccontare in tutto il mondo il nostro Paese”.

Per il giorno dei funerali il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha dichiarato il lutto cittadino e sul suo profilo Twitter ha commentato “Pino Daniele è morto, ma la sua musica è eterna. Pino è Napoli, legame infinito e indistruttibile, come il suono e la voce della sua musica”.

Domani alle 22:45 in Piazza Plebiscito a Napoli, i fan saluteranno il loro concittadino con un Flash Mob in cui si canterà a gran voce Napul’è.

E parafrasando il saluto che Pino indirizzava ai fan all’inizio dei suoi concerti gli diciamo in coro : “Ciao guagliò”