Servizio militare obbligatorio? Non torna nemmeno nel 2016

militariSono bufale che si ripropongono, anche se le fonti cambiano. Stavolta non è il (fu) Corriere del Mattino a proporre la notizia, ma il più generico sito di informazione (di informazione fallace, è meglio dire) ‘Notizie Interessanti’: secondo il sito in questione dal 2016 tornerebbe il servizio militare obbligatorio.

A detta del sito in questione, infatti, “in una lunga intervista rilasciata al quotidiano Panonama” il ministro della Difesa avrebbe annunciato la scelta del Governo di riproporre la leva obbligatoria. ” E’ noto a tutti quanto sottosviluppato sia ormai il cervello di moltissimi giovani italici. Serve una dura e seria preparazione alla vita, alla disciplina e al rispetto. Il servizio militare, arginerà e probabilmente azzererà il triste fenomeno dei ‘bimbiminkia’ “, avrebbe dichiarato la Pinotti durante l’intervista.

Peccato che Panorama non è quotidiano, che sul settimanale non vi è traccia di alcuna intervista alla Pinotti e che – in assoluto – termini come ‘bimbominkia’ non si addicono a personaggi istituzionali (o, più in generale, a personaggi con un QI superiore a quello di un tubero).

Così, dopo aver smentito la notizia del ritorno della leva militare obbligatorio (dal 2015) lo scorso agosto, smentiamo anche questa volta la news, ché repetita iuvant: il servizio militare non torna nemmeno nel 2016.

Sarebbe d’altra parte anacronistico riproporre il servizio di leva obbligatorio: basti pensare che anche in Israele (stato che obbliga tutti i propri cittadini ad una leva tra i 24 e i 36 mesi a seconda del sesso) si sta valutando l’abolizione della leva obbligatoria. Quale sarebbe l’eventuale senso di riproporla in Italia?