Mercato immobiliare: scendono i prezzi delle case

Prezzo case

 

L’IPAB è l’indice dei prezzi delle abitazioni che, secondo l’ultimo rilevamento reso noto ieri dall’Istat, nell’ultimo trimestre del 2014, è diminuito. Più precisamente: il prezzo delle case acquistate dagli italiani, sia per fini abitativi che per investimento, è sceso dello 0,5% rispetto al trimestre precedente e del 3,9% rispetto allo stesso periodo del 2013.

Questo per quanto riguarda le abitazioni già esistenti, ma se si prendono in considerazione quelle nuove, la tendenza cambia verso facendo registrare un aumento dei prezzi dello 0,7% rispetto al trimestre precedente. Il primo, ha messo in evidenza l’Istat, rilevato da due anni a questa parte. In media, nei primi tre trimestri del 2014 (da gennaio a settembre), i prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie italiane sono, comunque, scesi del 4,6% rispetto all’anno precedente, per via del calo del 5,5% dei prezzi delle case già esistenti e di quello del 2,4% riscontrato, invece, negli immobili appena realizzati.

A riprendersi, stando ai dati forniti dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate per il settore residenziale, sarebbero stati, invece, i volumi di compravendita, cresciuti, nel terzo trimestre del 2014, del 4,1% su base annua.

Piccoli spiragli che, secondo la società di studi economici Nomisma, non devono, però, alimentare troppe illusioni: “La modesta crescita dei prezzi di abitazioni nuove, più che un segnale di ritrovato vigore – hanno spiegato i ricercatori – deve essere ricondotto alla volatilità che caratterizza i mercati ‘sottili’ in cui i prodotti sono tutt’altro che standardizzati. È impensabile che il fragile mercato immobiliare odierno possa muoversi in controtendenza rispetto al resto dell’economia”.