‘Il Cibo nell’Arte. Capolavori dei grandi maestri dal Seicento a Andy Warhol’ in mostra a Brescia

Un'opera d'arte dedicata al ciboDal 24 gennaio al 14 giugno a Palazzo Partinengo di Brescia sarà possibile ammirare la mostra dedicata ai grandi artisti che dall’età barocca a oggi hanno raffigurato nei loro dipinti il cibo.

L’esposizione, intitolata ‘Il Cibo nell’Arte. Capolavori dei grandi maestri dal Seicento a Andy Warhol’, raccoglie un centinaio di dipinti realizzati da grandi artisti come Campi, Baschenis, Todeschini ,Ceruti, Figino, Recco, Magritte, de Chirico, Manzoni, LaChapelle, Fontana, Lichtenstein, Warhol.

L’esposizione, promossa dall’Associazione Amici di Palazzo Martinengo, con il patrocinio della Provincia di Brescia, Regione Lombardia e di Expo 2015, è stata curata da Davide Dotti. Il curatore si è avvalso della collaborazione di un comitato scientifico internazionale chiamato a selezionare le opere più significative dei pittori vissuti tra il XVII e il XIX secolo che amavano dipingere i cibi e le pietanze delle loro terre d’origine. Tra le opere in mostra figurano l’Ultima Cena di Andy Warhol, i Mangiatori di ricotta di Vincenzo Campi e quella che viene considerata la prima natura morta della storia dell’arte italiana, ossia il Piatto di pesche di Ambrogio Figino.

La mostra, ordinata secondo un criterio cronologico e iconografico, è suddivisa in dieci sezioni tematiche dedicate rispettivamente a: L’allegoria dei cinque sensi, Mercati dispense e cucine, La frutta, La verdura, Pesci e crostacei, Selvaggina da pelo e da penna, Carne salumi e formaggi, Dolci vino e liquori, Tavole imbandite e Il cibo nell’arte del XX secolo. Si tratta di esplorare come in quattro secoli di storia dell’arte i diversi artisti hanno affrontato il legame che unisce il cibo alle arti figurative, con rappresentazioni del cibo molto originali e personali. Tale evento rappresenta un approfondimento degli argomenti affrontati da Expo 2015, il cui tema è ‘Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita‘.