GB, bandita Peppa Pig dai testi scolastici. Per non offendere ebrei e musulmani

peppa pigDa qualche giorno la BBC ha diffuso la notizia relativa all’esistenza di un documento emanato dalla ‘Oxford University Press ‘ che introduce il divieto di disegnare suini e far riferimento a loro. Jim Naughtie, il conduttore radiofonico di Radio 4 in merito a tali nuove direttive editoriali ha affermato: “Ora, un editore rispettabile, legato a un’istituzione accademica, dice che non puoi fare riferimento ai maiali perché qualcuno potrebbe offendersi: è assurdo, è uno scherzo”.

La ‘Oxford University Press’, la casa editrice dell’ateneo inglese che si occupa di pubblicare testi scolastici e prodotti editoriali educativi, di recente ha introdotto il divieto di pubblicare  riferimenti al maiale e alla sua carne per non offendere i bambini ebrei e musulmani. Un portavoce della prestigiosa casa editrice ha dichiarato: “Le nostre linee guida editoriali sono destinate a garantire che le risorse che produciamo possano essere diffuse al pubblico più vasto possibile”. Un portavoce della casa editrice in questione ha precisato: “Molti dei materiali che pubblichiamo nel Regno Unito sono venduti in più di 150 paesi e devono tenere conto delle diverse culture e sensibilità. Le nostre linee guida sono pensate per fare in modo che le nostre pubblicazioni possano raggiungere un pubblico molto vasto”.

L’iniziativa della casa editrice inglese, giudicata dal Laburista musulmano Khalid Mahmood “ una scelta completamente insensata”, ha provocato molte polemiche sopratutto perché è nata in seguito agli attentati terroristici di Parigi, che hanno acceso in tutto il globo dibattiti sulla libertà d’espressione. La casa editrice ha infatti proibito ai suoi autori di fare riferimento a “maiali, salsicce o tutto quello che possa essere ricondotto a un suino”. Chiaramente – anche se non è espressamente citato – la messa al bando riguarderebbe anche Peppa Pig il cartone più amato dai bambini.