David Crowley: ucciso per aver denunciato il Nuovo Ordine Mondiale?

Crowley con la moglieDavid Crowley era un giovane regista indipendente, un filmaker americano animato da nobili propositi, la volontà di raccontare nel suo film la verità sul NWO – New World Order, in italiano Nuovo Ordine Mondiale, quel gruppo oligarchico al potere che esercita misteriosamente il controllo mondiale e che coltiva il segreto progetto occulto della creazione di un dominio mondiale assoluto. David Crowley non è vissuto abbastanza per raccontarlo, perché è stato ritrovato misteriosamente morto il 17 gennaio 2015, insieme alla moglie e alla figlia di soli 5 anni. I tre sono stati trovati riversi sul pavimento di casa propria, uccisi da colpi di arma da fuoco.

David Crowley sapeva il fatto suo, aveva servito 5 anni come militare statunitense in Iraq ed Afghanistan, e una volta congedato, aveva voluto raccontare la verità su quanto aveva vissuto e visto. Scrisse e diresse varie opere filmiche e letterarie brevi. Si diede alla ricerca, coltivando il suo amore per arte, storia, politica e verità.

La sua creazione filmica più grande doveva essere “Gray State”, il suo personale film denuncia verso il Nuovo Ordine Mondiale, una storia in cui, in un futuro non lontano, il mondo sarebbe stato diretto e controllato da uno stato che non ammetteva obiettori, in cui il popolo equivaleva a mere pedine controllate dal sistema. Per chi non crede alle teorie complottistiche si trattava solo di un un’opera fantascientifica, al pari di V per Vendetta, ma per chi vede oltre le apparenze, si trattava di un profetico film denuncia.

Sì, perché all’interno si fa riferimento anche a fatti reali, interviste e raccolte di dati su reali catastrofi avvenute, e sull’apparente incapacità, o la mancanza di volontà da parte dello stato, di risolvere i problemi. Caso emblematico è quello del FEMA, un organismo americano adibito a protezione civile, ma che in casi di uragani e disastri naturali, si è mostrato del tutto inefficiente e incapace di gestire la situazione.

Si tratta di mera incapacità funzionale o dietro organismi come questo si celano forze più oscure, uomini che intendono manovrare situazioni tragiche per tornaconto personale, per instaurare la legge marziale o per altri scopi subdoli come il controllo mentale e la rivoluzione oligarchica? Il film avrebbe anche parlato della volontà del FEMA, già apparentemente attuata in segreto in varie zone degli Stati Uniti, di creare campi di detenzione forzata, così come l’uso coatto di microchip per il controllo mentale della popolazione. Si tratta di verità che per molti sembrano al di là dell’immaginazione, ma per chi ha letto libri e testimonianze di schiavi del sistema come Cathy O’Brien nel suo libro “TRANCE-Formation of America” con la sua cruda verità sul programma MK-ULTRA e il Project Monarch, non sono verità sconosciute.

Su questi e altri quesiti si interrogava il film “Gray State” di David Crowley, che purtroppo, però, non è vissuto abbastanza per raccontarlo. Il Daily Mail stesso ritiene questa morte assai “sospetta” e inspiegabile. Non si sono infatti ritrovati segni di effrazione in casa, ma per i seguaci di Crowly, è chiaro che la morte del regista sia stata provocata dai suoi nemici, da coloro che ritenevano troppo scomode le verità che raccontava.

La famiglia Crowly era ritenuta da amici e vicini, una famiglia perfetta, mai un litigio, mai un disaccordo. Sembra impossibile addurre il suicidio come causa di questi tragici decessi. Chi conosceva la famiglia parla piuttosto di un suicidio inscenato, un omicidio travestito da suicidio. C’è chi rintraccia in alcune ultime testimonianze del regista, la volontà di Crowly di farla finita con un film che ormai assorbiva troppe energie senza restituirgli le soddisfazioni sperate, c’è chi invece parla di un Crowly felice e galvanizzato da questo film che avrebbe portato alla luce la sua verità. C’è poi chi in questo film vede solo fiction e nulla di più, al pari di film come The Matrix o The Hunger Games, film capaci di veicolare un messaggio di risveglio, ma nient’altro che film basati sulla fantasia. C’è poi chi non sa ancora a cosa credere: cospirazioni, bufale, Nuovo Ordine Mondiale. Ognuno tragga le proprie conclusioni.