Il Governo Tsipras reintroduce la tredicesima e aumenta il salario minimo

Dopo l’eleziodownloadne in Grecia a Primo Ministro di Alexīs Tsipras, leader di Syriza – movimento politico di sinistra di ispirazione socialista democratica, divenuto il secondo partito greco per numero di elettori e principale movimento di opposizione al governo di Antonis Samaras -, ieri 27 Gennaio 2015 il nuovo ministro del Lavoro greco, Panos Skurletis, ha annunciato al Consiglio dei Ministri che una delle prime misure del governo sarà “ripristinare il salario minimo interprofessionale e la tredicesima mensilità per le pensioni più basse” aggiungendo “[…] riallacceremo le relazioni tra sindacati e imprenditori”.

Il neo ministro ha rammentato che le misure sono parte del programma con cui Syriza si è proposto ai votanti. Skurletis ha anche sottolineato che le misure saranno adottate seguendo alla lettera gli iter parlamentari, in contrasto col precedente governo che, secondo il partito di Tsipras, non di rado si serviva di decreti e procedure d’urgenza al fine di sottrarsi ad eventuali boicottaggi e dispute parlamentari.

Il programma di Syriza presentato da Tsipras alla Fiera Internazionale di Salonicco lo scorso 15 Settembre 2014  si prefigge di riabilitare il salario minimo a 751 Euro netti, rispetto ai correnti 586 Euro. In campagna elettoraleil nuovo Premier aveva già anticipato le misure enunciate da Skurletis, che con ogni probabilità risulteranno essere tra i provvedimenti più popolari.