Furti in casa: nel 2014 sono aumentati del 2,6% rispetto all’anno precedente

furtoFurti in casa– Nonostante le rassicurazioni da parte della Corte di Cassazione, le statistiche anticipate a Novembre dell’anno scorso da parte del Sole 24 ore non lasciano ben sperare. Infatti è stato registrato come la media di furti in casa in Italia sia aumentata del 2,6 % e che Roma registra un ulteriore leggero aumento (2,9%) rispetto alla media nazionale.

A nulla sono valse le rassicurazioni da parte del Vimininale che ha voluto sottolineare come in corrispondenza siano aumentati anche gli arresti: è controbilanciato dal fatto che a volte i criminali escono dal carcere  per dei vizi di forma. Inoltre, sempre tenendo conto di queste statistiche, il quadro che esce fuori mostra come i malviventi costituiscano il bacino del malaffare e inoltre vi è stato un aumento del business dei delinquenti: il Viminale ha conteggiato quasi tre milioni di reati denunciati.

Sicuramente ciò deve spingere ogni cittadino a essere sempre più accorto e a utilizzare qualsiasi strumento che possa prevenire i furti: infatti dotarsi di allarmi che segnalano qualsiasi presenza in casa propria, quando si è fuori, rimane la soluzione migliore e più adottata da parte dei cittadini per proteggersi. Tant’è che diversi statistiche hanno evidenziato come i furti siano in diminuzione con la presenza di appositi allarmi (in tal senso è certamente utile un preventivo allarme).