Funerali Elena Ceste: dopo un anno di indagini oggi l’estremo saluto alla mamma di Castigliole d’Asti

Sotto la nevdownloade a Govone, comune in provincia di Cuneo, oggi familiari, amici e concittadini hanno salutato per l’ultima volta Elena Ceste, la giovane mamma di Castigliole d’Asti, in Piemonte, scomparsa il 24 gennaio 2014 e ritrovata cadavere lo scorso ottobre in un canale a poca distanza dalla sua abitazione, dove viveva col marito e i quattro figli.

Era stato in un primo momento proprio il marito, Michele Buoninconti, in carcere da una settimana perchè indagato con l’accusa di omicidio premeditato e occultamento di cadavere, a dare l’allarme della scomparsa della moglie. Durante le indagini Michele si era più volte contraddetto destando i sospetti degli inquirenti che, a poco più di un anno dalla scomparsa di Elena, hanno presentato una ricostruzione della vicenda che vede il consorte come unico possibile assassino della Ceste.

In prima fila figlia oggi nella Chiesa del paese che le aveva dato i natali, i quattro figli. La primogenita ha detto all’altare, di fronte al feretro della madre “Nessuno è più ricco di noi ad avere avuto un tesoro di mamma come te”.

Sui manifesti funebri, accanto ai nomi dei congiunti è stato menzionato anche il marito di Elena, che per ovvi motivi non ha potuto presenziare alla funzione.

La famiglia di Elena Ceste, alla quale sono stati affidati i quattro figli dopo l’arresto del genitore, stretta nel suo dolore, non ha dato il consenso alle riprese televisive delle esequie.