Confesercenti: a trainare la ripresa nel commercio sono gli stranieri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:46

Frutteria

 

La seconda parte del 2014 ha fatto scorgere qualche timido segnale di ripresa: a sostenerlo è la Confesercenti secondo la quale il commercio italiano si starebbe avviando verso una lenta risalita.

Secondo le stime dell’associazione, nel secondo semestre del 2014, si è assistito a un aumento di oltre 57 mila occupati, per effetto (soprattutto) dell’intraprendenza imprenditoriale degli stranieri che hanno dato lavoro a 31 mila persone. Le imprese guidate da cittadini non italiani sono, infatti, ormai più di 136.400 (di cui oltre 93 mila ambulanti) e rappresentano un segmento importante della nostra economia.

Dal 2011 al 2014, stando a quanto certificato da Confesercenti, le imprese guidate dagli stranieri hanno dimostrato una maggiore resilienza (ovvero capacità di resistere agli urti della crisi). Tanto è vero che, nel periodo preso in considerazione, sono aumentate del 16% mentre quelle gestite da italiani sono diminuite del 6%.

Più nel dettaglio: tra il 2013 e il 2014, sono aumentate del 9,8% le imprese straniere specializzate nel commercio alimentare (quelle italiane sono diminuite, invece, dello 0,9%), del 7,7% quelle specializzate nel commercio al dettaglio (italiane -1,6%) e del 4,5% quelle specializzate nel commercio di prodotti non alimentari (italiane -1,7%).

E gli imprenditori stranieri hanno tradito una vera e propria “passione” per la vendita di frutta, verdura e carne. Le frutterie gestite dagli stranieri rappresentano, infatti, l’11% del totale nazionale, con picchi ben più alti in regioni come il Lazio dove hanno un’incidenza pari al 33%. Mentre le macellerie guidate da non italiani sono il 20% del totale in Lombardia e il 10% in Emilia Romagna.

Per non parlare del commercio al dettaglio su area pubblica (o, se si preferisce, ambulante) dove gli stranieri hanno conquistato quasi il 50% del mercato nazionale. Arrivando a superare gli italiani nel comparto del tessile, dell’abbigliamento e delle calzature.

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!