Dopo aver reclutato 5 fedelissimi di Cuffaro e Lombardo, il PD in Sicilia perde i civatiani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:32

PartitoDemocratico.svgPartito Democratico e mutazioni siciliane – Le fratture interne al Partito Democratico sono ormai evidenti e a dimostrarlo evidenziamo alcune dinamiche interne a livello regionale: come ad esempio in Sicilia, dove l’area civatiana – formata da seicento tra militanti e dirigenti – si è allontanata nettamente dal partito. I motivi sono spiegati nelle loro dichiarazioni: “Pd e governo siciliano litigano per mostrare chi è più rottamatore, più antimafioso, rivoluzionario. L’isola affonda, ma non c’è rottamazione e rivoluzione. Il Pd diventa la casa per tutto e il contrario di tutto, anche per chi era il peggior avversario di centrodestra“.

Ma ciò non è stato l’unico mutamento interno nelle dinamiche di partito visto che il PD ha da poco reclutato cinque fedelissimi di Cuffaro e Lombardo , tra i quali spunta il nome di Nicotra, ex sindaco di Aci Catena che fu rimosso dalla carica per una brutta storia di boss assassinati e funerali vietati, mostrando un ulteriore svolta verso il centro. E nonostante i cinque provengano dal partito ‘Articolo 4’ – molto lontano politicamente dal Partito Democratico – essi hanno voluto chiarire la loro posizione in merito a questo passaggio, attraverso le parole del sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone: “No a un modello chiuso: ci vuole un atteggiamento aperto, senza avere paura. La nostra ambizione deve essere quella di allargare l’orizzonte”.

Tra i cinque deputati passati al PD evidenziamo la presenza di personaggi del calibro di Luca Sammartino (eletto con l’Udc, aveva già destato l’attenzione dei media per la storia delle telefonate che partivano dalla clinica Humanitas per convincere i malati di tumore a votare per lui), di Paolo Ruggirello (molto vicino a Lombardo, una volta apostrofò con la parola “infame” una persona che aveva collaborato con i carabinieri, definiti da lui come “sbirri”) e del già citato Raffaele Nicotra (ha cambiato molti partiti, tra cui l’Udc, ed è stato in passato indagato per voto di scambio).