Codacons: in Italia la benzina più cara d’Europa

Caro-Benzina

 

Per una volta l’Italia primeggia in una classifica europea. Peccato si tratti, però, di quella che riguarda il caro-benzina. Stando a quanto verificato dal Codacons, infatti, il nostro è il Paese europeo in cui la benzina costa di più: 1,640 euro al litro contro una media di 1,317 euro. E in cui il prezzo del gasolio, pari a 1,526 euro al litro, è secondo solo a quello del Regno Unito (1,652 euro).

Cosa vuol dire concretamente? Che un automobilista italiano spende 16 euro in più (rispetto ai suoi “colleghi” europei) per fare il pieno di benzina e 14,2 euro in più per il diesel. Il tutto mentre il prezzo del petrolio continua ad andare giù.

“E’ innegabile che l’eccessiva tassazione vigente in Italia – ha spiegato il presidente del Codacons, Carlo Rienzi – abbia un peso sul divario dei prezzi con gli altri Paesi europei, ma i rincari alla pompa registrati nell’ultimo periodo appaiono eccessivi rispetto all’andamento delle quotazioni del petrolio e pertanto ingiustificatiPer tale motivo – ha aggiunto Rienzi – ribadiamo la necessità di un intervento del governo teso a contrastare anomali rialzi dei listini dei carburanti che hanno effetti negativi sia per le tasche dei consumatori sia per le imprese e l’economia nazionale”.

E se l’Italia è il Paese europeo più oneroso, la Polonia, al contrario, è quello in cui conviene di più fermarsi alla pompa della benzina che qui costa “solo” 1,063 euro al litro. Poco meno di quanto spendono gli automobilisti estoni (1,067 euro al litro) e quelli lettoni (1,099 euro al litro).

Tra i Paesi più cari vanno, invece, segnalati la Danimarca (1,593 euro al litro) e il Regno Unito (1,561 euro al litro) che – come già accennato – ci confina al secondo posto nella classifica del caro-gasolio.