Pesce d’Aprile: significato e origini della giornata degli scherzi

downloadL’espressione “Pesce d’Aprile” – in Francia “poisson d’Avril”, in Spagna “pescado de Abril” e nei paesi anglosassoni “April Fool’s day -, tradizionale giornata dedicata agli scherzi viene celebrata, per così dire, il 1° Aprile, in Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Stati Uniti, Brasile e persino in Giappone.

La frase spiritosa che si rivolge alla vittima dello scherzo deriverebbe dallo zodiaco, in particolare dall’evento relazionato al fatto che in tale data il Sole lascia la costellazione dei Pesci.

Sebbene non vi sia alcuna certezza circa l’origine di questa tradizione, si dice che l’idea di accostare gli scherzi a questa data risalga al regno di Carlo IX di Francia. Verso la metà del XVI secolo, in tutta la Francia le celebrazioni del nuovo anno cominciavano il 25 marzo e terminavano il 1 Aprile. Secondo l’usanza, in quella data i francesi erano soliti scambiarsi regali. Tra questi qualche buontempone si divertiva a consegnare regali assurdi, o peggio metteva in circolazione fandonie, dando origine a questa bizzarra tradizione.

Come anticipato gli anglosassoni connotano questa giornata con l’espressione “April’s fool day”, in cui il termine “fool” (sciocco), indicherebbe un folletto di origini medievali.

Nelle highlands scozzesi invece, il pesce d’aprile è associato al Taily day, letteralmente “ il giorno delle natiche”, durante il quale ci si diverte ad attaccare sul dorso degli sciocchi, i “gawls” un cartello con su scritto “kick me” )prendimi a calci).

In sostanza, in Europa e in molte parti del pianeta il “pesce d’aprile” rappresenta un momento di evasione, una maniera di sdrammatizzare gli eventi e vivere, per un giorno, con più leggerezza.