Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Gli alunni stranieri? Non hanno le stesse chance di quelli italiani

CONDIVIDI

Studenti stranieri

 

Chi ha figli o nipoti in età scolare lo sa: le nostre classi sono sempre più multietniche. Stando a quanto recentemente riferito dal ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, gli studenti stranieri che siedono nei banchi delle scuole italiane sono, infatti, circa 800 mila (il 9,7% del totale).

Il 51,7% di loro è nato in Italia (da genitori che vivono nel nostro Paese da qualche tempo) mentre il 5% (pari a 30 mila unità) è arrivato nel corso dell’ultimo anno. Ancora: sono circa 10 mila gli studenti, di età compresa tra i 15 e i 17 anni, arrivati in Italia senza accompagnamento. Ragazzi che vivono con particolare difficoltà la delicata fase dell’adolescenza, faticando (più degli altri) a integrarsi nel gruppo classe. Tanto che 7 studenti stranieri su 10 vengono bocciati al primo anno delle superiori.

E a proposito di istruzione superiore, le chance per gli studenti stranieri arrivati da poco nel nostro Paese sembrano essere alquanto limitate, se è vero (come è vero) che il 40% di loro sceglie di frequentare gli istituti tecnici. I motivi? La scarsa conoscenza della lingua italiana, che preclude a questi ragazzi l’iscrizione in istituti (come il classico o lo scientifico) che puntano molto sulla teoria. E la tendenza a favorire un corso di studi che agevola l’accesso nel mondo del lavoro.

E va ancora peggio, se si prende in considerazione l’istruzione accademica. Nel corso dell’ultimo anno, solo l’1,8% delle immatricolazioni nelle nostre università (quasi sempre pubbliche) ha interessato gli studenti stranieri. E il numero complessivo degli aspiranti “dottori” non italiani non supera le 50 mila unità.

 

 

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram