Istat: produzione industriale in aumento a febbraio, ma in un anno è scesa dello 0,2%

Produzione industriale

 

Come va la produzione industriale italiana? Secondo l‘Istat, la situazione non contempla cambiamenti epocali. O meglio: la produzione di febbraio è aumentata dello 0,6% rispetto al mese precedente, ma corretta per gli effetti del calendario, è diminuita dello 0,2% in un anno.

A risalire è stata la produzione di energia (+3,6% rispetto a gennaio 2015) e di beni strumentali (+1,1%) mentre quella dei beni intermedi è diminuita (-0,4%) e quella dei beni di consumo è rimasta invariata. E rispetto all’anno precedente? Segnali positivi per il comparto dell’energia (+3,5%) e dei beni strumentali (+2%) mentre i beni intermedi e quelli di consumo hanno fatto registrare una flessione rispettivamente del 2,8% e dell’1,4%.

Per quanto riguarda i settori di attività economica, a febbraio 2015, i comparti che sono cresciuti di più sono stati quelli della fabbricazione di mezzi di trasporto (+16,3% su base annua), della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (+12,2%) e della produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+4,4%). Male, invece, il settore dell’attività estrattiva (-13,4%), quello tessile, dell’abbigliamento, delle pelli e degli accessori (-7,7%) e della metallurgia e prodotti di metallo (-4,9%). La produzione industriale italiana, insomma, fatica ancora a stabilizzarsi.