Sassari: smantellata organizzazione di matrice islamica

La polizia di Sasimagessari, con il coordinamento della Procura di Cagliari e il coinvolgimento della Digos di 7 province, ha smantellato un’organizzazione di presunti terroristi affiliati ad Al Qaeda arrestando 18 persone, accusate di attività criminali transnazionali in nome della propaganda jihadista contro l’occidente, e dell’organizzazione di attentati terroristici in Pakistan.

Secondo gli inquirenti tra i fermati ci sarebbero i responsabili di numerosi attentati terroristici avvenuti in Pakistan, compreso quello del mercato Meena Bazar di Peshawar, occorso il 28 Ottobre 2009, quando un’autobomba causò la morte di un centinaio di persone.

Dalle intercettazioni della Digos di Sassari è emerso che due degli appartenenti al network terroristico di matrice islamica facevano parte del gruppo di fiancheggiatori che in Pakistan proteggevano lo sceicco Osama Bin Laden, e che la rete fondamentalista era altresì impegnata nel traffico di migranti dal Pakistan e dall’Afghanistan.

Con la connivenza di imprenditori compiacenti, che fornivano falsi contratti di lavoro, questi venivano introdotti illegalmente in Italia per poi spostarsi nel Nord Europa.

Talora l’organizzazione procurava loro documenti falsi, dai quali risultavano essere vittime di persecuzioni etniche o religiose, supportando logisticamente e finanziariamente i migranti, assicurando loro assistenza presso gli uffici immigrazione, fornendo istruzioni sulle dichiarazioni da presentare per ottenere asilo politico, telefoni cellulari e sim.