Expo 2015, Milano è pronta?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:44

11200988_10152973572099480_4995359878100263188_oTre giorni al via. Venerdì mattina gli occhi di tutto il mondo saranno rivolti alla meneghina città, direzione Rho Fiera. E’ lì infatti, capolinea della metro rossa, che si inaugurerà la tanto chiacchierata Esposizione Universale. I lavori procedono spediti, è già questa è una notizia: a 72 ore dal taglio del nastro, infatti, sarebbe stato lecito aspettarsi qualcosa di più definitivo. Ma si sa, l’italiano è spesso ritardatario, e dunque avanti tutta con un esercito di operai che a fil di sirena sta tentando di approntare tutto a regola d’arte (basti pensare che l’asfaltatura verrà ultimata tra oggi e domani)

Per alcuni, si tratta già di un successo. Renzi parla di “scommessa vinta”, e il commissario unico Sala rassicura tutti: “tutto sarà sostanzialmente pronto, nessuna lacuna evidente”. Ma il fronte dei pessimisti è sempre più vasto. E i ritardi nei lavori non sono l’unica carta da giocare: da mesi ormai divampa la polemica sui giovani volontari che presteranno (gratuitamente) servizio nel corso della manifestazione. Ma anche gli operai e le maestranze lamentano turni e condizioni poco gratificanti (giusto per usare un eufemismo), e secondo le stime dei sindacati sono già 111 gli incidenti nei cantieri. Del resto, anche le manifestazioni di protesta (che si annunciano come ben corpose) ruotano attorno al fiel rouge del lavoro e di “una generazione che non si svende”. Meno tre ai primi verdetti. Staremo a vedere.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!