Lavoro, contratti a tempo indeterminato in crescita, +24%

Roma – E’ uinpsn quadro incoraggiante quello presentato oggi dall’Inps e che si riferisce al primo trimestre del 2015.
Sono molte le aziende che riescono, grazie alle ultime riforme, a tagliare i contributi previdenziali dei lavorati per i primi tre anni.
I nuovi contratti a tempo indeterminato sono infatti poco più di 206mila, mentre sono circa 61mila i lavoratori che sono passati dal contratto a termine al contratto a tempo indeterminato.