Pensioni, Renzi: Il colmo, chi ci critica ora votò lo stop

indexRoma – Il governo ha approvato il decreto sulle pensioni, lo sblocco di 2 miliardi di euro per i primi rimborsi.
E’ una misura resa necessaria dopo la sentenza della Corte Costituzionale che ha annullato lo stop alle indicizzazioni del governo Monti.
E’ proprio a quei giorni che è tornato Matteo Renzi, togliendosi qualche sassolino dalla scarpa: “E’ il colmo che chi ha votato quella norma vanga a dirci eh, ma ora dobbiamo restituire tutto. Noi stiamo rimediando ai danni che hanno fatto loro perché quando è stata approvata la legge Fornero io tappavo le buche nella città di Firenze”.
Non sono mancate però le prime polemiche politiche sul decreto appena varato.
Secondo il leader del Carroccio, Matteo Salvini, “Sul tema delle pensioni abbiamo dato incarico a un legale di presentare un ricorso contro la normativa Fornero alla Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo, accompagnato dalle firme degli esodati che ancora aspettano”.
Critico anche Beppe Grillo, capo politico del Movimento 5 Stelle: “Si è consumato così un altro voto di scambio elettorale tra il presidente del consiglio e i cittadini. Questa volta anche più subdolo degli 80 euro. A pochi giorni dalle elezioni regionali arriva l’annuncio a sorpresa: il 1° agosto rimborso di 500 euro per 4 milioni di pensionati”.