Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Contrattazione, Camusso bacchetta Squinzi: Ridurre i salari ricetta vecchia

CONDIVIDI

Squinzi e Camusso

 

Le distanze tra il mondo dell’impresa e quello del sindacato rimangono marcate. La ricetta proposta dal presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, nel corso dell’odierna Assemblea convocata a Milano (la stessa “snobbata” da Matteo Renzi) ha fatto storcere il naso a Susanna Camusso.

“Con i sindacati – ha detto Squinzi – abbiamo fatto un importante accordo sulla rappresentanza, ora serve mettere ordine nelle regole della contrattazione e accompagnare la stagione dei rinnovi che è alle porte”. “Occorre recuperare competitività e la contrattazione collettiva – ha aggiunto il presidente degli industriali – deve sostenere gli sforzi in questa direzione. I legami tra dinamica dei salari e miglioramenti della produttività devono essere resi più forti e stringenti”. 

Parole che non hanno convinto il segretario della Cgil: “Mi preoccupa che in una relazione fondata sull’innovazione – ha osservato piccata Susanna Camusso – si proponga in realtà la ricetta più antica del mondo e cioè quella della riduzione dei salariE’ esattamente l’opposto di ciò che serve al Paese per crescere”. “Mi pare che la relazione di Confindustria – ha continuato la sindacalista – dica esplicitamente che sono fattori esogeni quelli che stanno determinando la ripresa nel nostro Paese”. “Senza investimenti e iniziative strutturali – ha tagliato corto la Camusso – questa ripresa sarà del tutto effimera”. 

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram