Lucchini: c’è l’accordo coi sindacati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:10

Lucchini

 

L’accordo tra i sindacati e i rappresentanti della Cevital è stato firmato ieri nella sala consiliare del Comune di Piombino. Una firma importante che – salvo capovolgimenti improvvisi – segna l’inizio della rinascita delle ex acciaierie Lucchini.

L’intesa raggiunta ieri sera prevede, infatti, l’acquisizione del sito da parte del gruppo algerino Cevital che si è impegnato a riassumere progressivamente tutti i 2.200 lavoratori dello stabilimento toscano, usufruendo degli ammortizzatori sociali di cui potrà disporre fino a novembre del 2016.

Con un investimento di 700 milioni di euro, gli algerini hanno deciso di cambiare volto alle ex acciaierie di Piombino. A partire dal nome: la nuova azienda si chiamerà, infatti, Aferpi (Acciaierie e Ferrerie Piombino). Ma non solo: l’accordo siglato ieri prevede anche il trasferimento di alcuni rami d’azienda e l’avvio di nuove attività. Oltre che di acciaio, insomma, i lavoratori potrebbero doversi occupare anche di altro e specializzarsi in comparti del tutto nuovi come quelli della logistica e dell’agro-industriale.

Ma non tutto è stato definito. “Dobbiamo ancora completare la parte relativa alle bonifiche, anche se ci siamo abbastanza vicini, e alla vendita definitiva – ha precisato il direttore dell’unità vertenze del ministero dello Sviluppo Economico, Giampiero CastanoSono aspetti faticosi. ma che contiamo di concludere nei prossimi dieci giorni”. E bisogna ancora trovare una sintesi sul costo dell’energia: “Anche questo è un aspetto che abbiamo già affrontato – ha aggiunto il rappresentante del Mise – C’è un impegno del governo a lavorare perché il costo dell’energia sia competitivo e comunque paragonabile a quello degli altri operatori siderurgici italiani”.

Il “pallino” passa adesso nelle mani dei lavoratori che, dopo essersi confrontati in assemblea, potranno dire la loro col referendum di domani. Se il piano presentato dalla Cevital li convincerà, la strada verso l’acquisizione e la parziale riconversione del sito di Piombino apparirà sostanzialmente spianata.

 

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!