Istat: cresce la fiducia di imprese e consumatori

Fiducia consumatori

 

La periodica rilevazione dell’Istat ha certificato un aumento del clima di fiducia sia tra i consumatori che tra gli imprenditori.

Nel dettaglio: a giugno, il clima di fiducia dei consumatori è passato dal 106 di maggio al 109,5 attuale. E il clima di fiducia delle imprese è salito da 101,8 a 104,3.  Per quanto riguarda i consumatori, gli incrementi più marcati hanno riguardato il clima economico (da 130 a 139,4) e quello futuro (da 114,7 a 119,4), mentre il clima personale e quello corrente hanno fatto registrare miglioramenti più contenuti (rispettivamente da 98,5 a 100 e da 101 a 103,3).

Ancora: i consumatori italiani interpellati dall’Istat hanno tradito meno pessimismo sull’attuale situazione economica del Paese: il valore che misura i loro giudizi è passato da -64 a -56 e quello che certifica le attese da 2 a 10. Mentre a scendere verticalmente sono state le attese sulla disoccupazione (da 29 rilevato a maggio all’attuale 9)

E le imprese? A incrementare il loro clima di fiducia sono state praticamente tutte: quelle delle costruzioni (da 111,8 a 119,7), quelle dei servizi (da 105,1 a 109), quelle del commercio al dettaglio (da 103,9 a 105,9) e quelle manifatturiere (da 103,4 a 103,9).