Tredici buoni motivi per seguire le World Series of Poker 2014

Martedì scorso sono iniziate a Las Vegas le World Series of Poker (WSOP), l’evento più importante dell’anno per i giocatori di tutto il mondo che si concluderà il 15 luglio, quando si conosceranno i membri del tavolo finale del Main Evente. Quest’anno il primo premio è di 10 milioni di dollari, una cifra simbolica con cui si vuole rendere omaggio ai dieci anni dalla prima edizione delle World Series al Rio Hotel.

Ma ci sono anche altri motivi per non perdersi le WSOP.

1. Ci saranno ben 65 tornei, tre in più rispetto all’anno scorso.

2. Torna il Maker Millionaire. L’anno scorso ha attirato più di 6.000 partecipanti, qualcosa di mai visto al di fuori del torneo principale.

3. Ritorna il mitico Big One for One Drop, creato da Guy Laliberté, con un milione di dollari d’entrata e la soddisfazione di sapere che i soldi andranno in beneficenza. Nel 2012, l’unico anno in cui si è tenuto, Antonio Sfandiari, il “Mago”, ha vinto oltre 18 milioni di dollari..

4. Quest’anno si inaugura anche un torneo con 25.000 dollari d’iscrizione, il Mixed Max No-Limit Hold’em, che sicuramente genererà spettacolo.

5. Il dato freak dell’anno è che in questa edizione i giocatori avranno un computer portatile mentre giocano dal vivo, per participare contemporaneamente anche ad altri tornei online. Non è escluso che i giocatori riescano anche a sgranchirsi le meningi provando la sorte con altri giochi, applicando magari i trucchi slot machine e mettendo in pratica loro abilità a questi giochi, dove è la fortuna a giocare un ruolo fondamentale.

6. Rivedremo il Poker Players Championship. Per molti appassionati di poker, si tratta del vero campionato del mondo, perché possono partecipare solo solo i professionisti e alcuni milionari in cerca di fortuna, mentre l’ingresso è precluso ai dilettanti.

7. Un’altra novità è il Dealer Choice (dal 19 al 21 giugno), in cui i giocatori selezionano tavolo e possono scegliere tra 16 diversi tipi di poker.

8. Il Monster Stack offre ai suoi partecipanti, per 1.500 dollari, uno stack iniziale di 15.000 fiches, affinché i fan del gioco deep possano mettere a punto le loro migliori mosse.

9. È probabile che quest’anno si oltrepassino i 2.000 milioni di dollari distribuiti in premi.

10. Il prezzo dell’iscrizione a uno qualsiasi dei tornei è proibitivo per la maggior parte dei mortali, ma chiunque può provare a qualificarsi nei tornei satellite. Alcuni costano soltanto un dollaro.

11. I fan avranno un motivo speciale per seguire le WSOP: la maggior parte dei tavoli finali sarà trasmessa in streaming online, ovviamente con una differita di 30 minuti. Ci sarà anche un Fantasy Poker League, che permetterà ai fan di comporre delle squadre con i loro giocatori preferiti.

12. L’organizzazione ha sviluppato alcune sorprese ricreative. La più eclatante è un’attrazione per i i giocatori, la Zip Line Voodoo, una specie di zip line che collega i due edifici dell’Hotel Rio, riservata ai più coraggiosi.

13. L’anno scorso hanno partecipato alle WSOP ben 9.471 persone provenienti da 107 paesi. È molto probabile che quest’anno questo numero possa essere abbondantemente superato.