Crac Parma, Adriano Galliani indagato per concorso in bancarotta fraudolenta

galliani
Crac Parma, Adriano Galliani indagato per concorso in bancarotta fraudolenta

Non c’è pace per Adriano Galliani: il suo Milan naviga costantemente nelle parti basse della classifica, i tifosi lo contestano pesantemente per i 100 milioni di euro di mercato spesi in malo modo, adesso ci si mette anche la Procura di Parma che ha avviato un’indagine nei pressi dell’amministratore delegato. Adriano Galliani finisce tra gli indagati per il crac del Parma, nel mirino degli inquirenti ci sarebbe la questione della cessione del difensore Gabriel Paletta. 

Stando alla Gazzetta di Parma, i magistrati starebbero vagliano la posizione del Milan e di Adriano Galliani per quanto riguarda la cessione da parte del Parma del difensore Gabriel Paletta, itali-argentino che il Milan ha pagato solo 2.5 milioni di euro durante la sessione di riparazione di questo mese di Gennaio, molto meno (secondo gli inquirenti) del suo reale valore di mercato. 

Stando agli inquirenti, il passaggio di proprietà a prezzo stracciato avrebbe causato un ulteriore depauperamento del patrimonio della società Parma, aggravando dunque il bilancio in modo molto significativo. La Procura dovrà ora dimostrare se Galliani fosse a conoscenza della gravissima condizione della società Parma durante il trasferimento del giocatore, ed il Milan in un comunicato sottolinea come le operazioni si sono svolte in modo estremamente regolare.