Sale a 2 il numero delle vittime del maltempo in Calabria

imagesSale a due il numero delle vittime del maltempo che, nelle ultime ore, ha imperversato sulla Calabria.

Pasquale Princi, un giovane di 25 anni, è morto ieri dopo essere stato colpito da un palo della luce, mentre gli operai stavano lavorando al ripristino della linea elettrica.

Il giovane di San Roberto, uno dei paesi dell’entroterra colpiti dalla tremenda ondata di maltempo, passava da quelle parti. Inutili i soccorsi, il ragazzo è deceduto di lì a poco.

La prima vittima rinvenuta è stata Salvatore Comandè, di Taurianova, morto dopo essere stato trascinato da un torrente ingrossato.

Coldiretti avverte: “sono 160 mila i cittadini che vivono in zone a rischio frane […] “a questi si aggiungono i 59mila calabresi che vivono sotto la minaccia delle alluvioni con il risultato che il 100 per cento dei comuni della Regione si trova in aree a rischio idrogeologico per un superficie di 1167 chilometri quadrati, a causa dell’incuria e della cementificazione selvaggia.

In Calabria c’è stato “un evento del tutto straordinario, in tre giorni è caduta la pioggia che normalmente cade in un anno”, ha detto il Ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti in un’intervista a Skytg 24.

Ieri sera il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, mentre si trovava a Reggio Calabria ha annunciato “Il presidente del Consiglio ha già garantito che proclamerà al più presto lo stato di emergenza, appena arrivano le stime necessarie. Seguirà una seconda fase con una stima più strutturata dei danni che seguirà un corso normale“.

Attualmente la situazione meteorologica è in deciso miglioramento e già si sta facendo la conta dei danni, ingentissimi.