Messico: ritrovato dopo un mese peschereccio disperso, salvi 4 pescatori

Un mese alla deriva senza cibo né riparo. E’ quanto è accaduto all’equipaggio di una piccola imbarcazione ritrovata accidentalmente da un elicottero in ricognizione sulle acque messicane. La storia ha dell’incredibile. Circa un mese fa il piccolo peschereccio era salpato dal porto di Esmeraldas, in Ecuador, con all’interno 4 uomini di età compresa tra i 26 e i 42 anni, due messicani e due ecuadoregni.

Quando il carburante è stato esaurito, dopo circa una settimana di navigazione, il natante ha quindi iniziato ad andare alla deriva e di esso, dopo giorni di ricerche infruttuose, si erano perse completamente le tracce. Fino a ieri notte, però, quando a più di duemila e cinquecento chilometri dal luogo di partenza è avvenuto l’anaufraghivvistamento fortuito. “I quattro uomini stanno relativamente bene- hanno dichiarato le autorità di Città del Messico- seppur in un grave quadro di disidratazione.” Per quel che riguarda la dinamica del salvataggio è stato un incrociatore Classe Durango, in missione di pattuglia a poche miglia dal luogo del ritrovamento, a trarre in salvo i superstiti. Mentre resta da capire in che modo essi abbiano potuto resistere ad una condizione tanto estrema quanto prolungata. Non è l’unico caso simile degli ultimi anni. Già nel febbraio del 2014 fu ritrovato un uomo, sulle isole Marshall, con barba e capelli lunghissimi naufragato quattordici mesi prima dalla stessa regione del Chiapas dove oggi sono stati accolti gli uomini.