Ruba una pistola ed evade dall’ospedale: ergastolano in fuga a Lecce

Una gigantesca caccia all’uomo è in corso in queste ore a Lecce e sulle strade che conducono ai comuni limitrofi dopo che nella mattinata di oggi un ergastolano, Fabio Antonio Perrone, è evaso dall’ospedale Vito Fazzi dove era stato condotto dagli agenti della polizia penitenziaria per alcuni accertamenti.
ergastolanoL’uomo avrebbe approfittato di un momento di distrazione per sottrarre una pistola grazie alla quale è poi riuscito a dirigersi verso l’uscita del nosocomio, facendosi largo a colpi d’arma da fuoco. Una dozzina i proiettili sparati, uno dei quali ha ferito ad una gamba l’agente che tentava di bloccarlo. Per lui la prognosi è di trenta giorni. Un altro colpo ha invece raggiunto un degente, ma  soltanto di striscio. Appena arrivato all’esterno della struttura, il fuggitivo si è fatto consegnare un’auto da una donna puntandole la pistola alla tempia e poi si è dato alla fuga  investendo, al casello d’ingresso, anche la guardia giurata che ha tentato disperatamente di bloccarlo. Anche in questo caso le ferite sono state dichiarate guaribili in pochi giorni.

Perrone, che era stato condannato al carcere a vita per l’omicidio di un montenegrino e per il tentato omicidio del figlio di quest’ultimo, di soli 16 anni, è adesso ricercato dalla polizia del luogo.