Disastro A321: leader Isis egiziano sarebbe il responsabile dell’attentato

downloadAbu Osama al-Masri, leader egiziano di un gruppo affiliato all’Isis nel Sinai sarebbe, secondo il quotidiano britannico Sunday Times, il presunto ideatore dell’attentato che Sabato 31 Ottobre ha provocato l’esplosione dell’A321 russo, causando la morte di 224 persone.

Sempre secondo il Times l’intelligence britannica avrebbe intercettato fighter egiziani e stranieri dell’ABM – la formazione terroristica Ansar Bayt al-Maqdis attiva nel Sinai -, mentre si complimentavano tra loro per “il buon esito” dell’attacco.

Non vi è ancora certezza, ma pare che l’ordigno esploso nell’aereo russo sia stato occultato in una bombola da sub, caricata nella stiva dell’aeromobile da uno o più complici dei terroristi.

È stato appurato invece che Il Cockpit Voice Recorder, la scatola nera, ha registrato un forte rumore appena un secondo prima di interrompersi, impedendo ai piloti di lanciare l’SOS.

Nel frattempo l’Isis ha diffuso in rete un nuovo video, della durata di 7 minuti, in cui rivendica la responsabilità dell’attentato, intitolato ‘Soddisfazione delle anime nell’uccisione dei russi‘.

Nel video si afferma altresì che il responsabile dell’attacco è il gruppo affiliato in Egitto, Wilayat Sinai.

Quanto ai turisti italiani bloccati da giorni all’aeroporto di Sharm el Sheik, un primo gruppo è atterrato la scorsa notte all’aeroporto di Fiumicino, trasportati da un boeing della compagnia Blue Panama.