Emergenza idrica in Sicilia: senz’acqua anche Enna e provincia

Un’emergenza senza fine quella che sta investendo in questi giorni la Sicilia. Dopo Messina e Caltanissetta adesso sono Enna e i comuni della provincia a dover fare i conti con l’assenza di acqua.

crisi idrica siciliaUna crisi che nasce da un paradosso: a generare tutta questa situazione è stata l’abbondanza di pioggia dei giorni scorsi. Perché con l’acqua, ed il fango che ne è derivato, le tubazioni sono state completamente intasate tanto che il primo cittadino del capoluogo, Maurizio Di Pietro, ha emanato un’ordinanza con la quale vieta ai propri l’utilizzo per fini potabili dell’acqua, che sgorga dai rubinetti torbida ed ingiallita. Siciliacqua Spa, che gestisce il potabilizzatore dell’impianto, ha garantito che il guasto è stato già risolto ma che, purtroppo, ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che tutta la rete sia messa nuovamente a pressione e che l’acqua riesca a raggiungere le zone alte della città, ancora completamente a secco. Una situazione assurda, che si somma a quella che da più di due settimane sta mettendo i cittadini di Messina a dura prova.  Nonostante le autobotti messe a disposizione dall’Esercito, dal Corpo Forestale della Regione e dalla protezione civile, l’acqua continua a risultare insufficiente e il direttore dell’azienda municipalizzata Amam , Luigi La Rosa, avverte che “l’emergenza potrà durare anche fino a sabato”. Tutto questo, ovviamente, a meno di ulteriori intoppi.