Quadro di Modigliani venduto all’asta per 170 mln di dollari

Un nuovo record è stato battuto ieri per la vendita all’asta di un quadro del famoso pittore Amedeo Modigliani. Da Cristie’s, nella sala del Rockfeller center di New York, dopo una manciata di minuti scanditi da tesissimi rilanci, il prezzo dell’opera ha raggiunto la stratosferica cifra di 170, 4 milioni di dollari (158,4 milioni di euro).

Modigliani-NudeE’ la prima volta che un quadro di Modigliani viene acquistato per una simile somma ed il record proietta il pittore nel club dei 100 milioni all’asta, di cui fanno parte Picasso, Bacon, Giacometti, Warhol e Munch. Ad aggiudicarsi l’opera è stato un collezionista cinese per ora ignoto, mentre a venderla è stata Laura Mattioli Rossi, alla quale Christie’s aveva assicurato un incasso di vendita minimo di 100 milioni di dollari. Si tratta del dipinto intitolato “Nu couchè (o Nudo rosso) e fu commissionato da Leopold Zbronwski, uno dei più importanti mecenati e mercanti d’arte della Parigi del tempo, assieme ad altre tele che Modigliani realizzò per lui. Quando nel 1917 il gallerista Bertehe Weill accettò di esporla in vetrina ci fu una tale ressa che dovette intervenire la polizia per disperdere i curiosi che si accalcavano per ammirarla. Successivamente essa fu acquistata dall’industriale e collezionista milanese Ginni Mattioli ad una cifra, che a guardarla oggi, pare addirittura irrisoria: 5 milioni e 100 mila lire. Spiccioli, considerando il traguardo raggiunto ieri.