Affonda barca di migranti: altri 14 morti al largo della Turchia

Un’altra tragedia del mare è avvenuta all’alba di oggi al largo delle coste della Turchia. Un barcone con a bordo all’incirca quaranta migranti è affondato a causa delle avverse condizioni meteo. 25 persone sono state tratte in salvo mentre 14 di loro, 7 dei quali bambini, sono purtroppo annegate.

L’imbarcazione era partita dalle coste di Ayvacik con l’intento di approdamorti turchiare sull’isola di Lesbo quando è stata distrutta da una tempesta. Considerato il numero di profughi siriani che accoglie al momento la Turchia, stime parlano di più di un milione e 200 mila rifugiati, la Grecia è diventato uno dei primi approdi seguiti dalle tratte migratorie. Oggi un vertice d’emergenza, riunito per l’occasione a Malta, cercherà di trovare una qualche linea di intervento comune per quella che viene ormai interpretata come un’emergenza globale. E sempre di immigrazione si parlerà anche domenica prossima durante il G20 che si svolgerà proprio in Turchia. L’intento è quello di stanziare fondi per i Paesi più poveri nella speranza che questo possa bastare a scoraggiare, o per lo meno ad affievolire, il numero di partenze alla volta dell’Europa, già segnata in questi ultimi mesi da ondate migratorie senza precedenti.