Renzi vs Fassina: è guerra aperta

Renzi e FassinaE’ un botta e risposta serrato quello a cui Matteo Renzi e Stefano Fassina hanno dato vita negli ultimi giorni. Con battute al vetriolo che rendono bene l’idea di come la distanza tra i due (e tra i gruppi politici che rappresentano: Pd e Sinistra Italiana) si sia fatta siderale. La coabitazione nello stesso partito sembra essere un ricordo sbiadito, sostituto dalla smania di consegnare ai media dichiarazioni sferzanti e puntute.

A muovere il primo passo è stato Fassina che, durante la presentazione del nuovo soggetto politico che raduna i “malpancisti” dem e i “vendoliani”, ha detto: Sinistra Italiana ha una proposta di governo alternativa al liberismo da Happy days del segretario del Pd”. Con un chiaro riferimento a quel chiodo che il premier sfoggiò (ormai tanti mesi fa) in una copertina di Chi per rinforzare la sua immagina di politico giovane e cool. La reazione del presidente del Consiglio non ha tardato ad arrivare: “Quando attaccano Happy Days non lo fanno perché si sentono lontani da Fonzie – ha detto – ma perché si sentono lontani dalla felicità“. “Io invece – ha rincarato Renzi – credo che la felicità sia l’orizzonte politico da dare agli italiani”.

E non è che l’inizio. Ieri è stato il premier-segretario a prendere l’iniziativa: “Credo che essere di sinistra – ha scritto nella sua newsletternon sia fare i convegni o organizzare piccoli partiti che non vinceranno mai“. Intonando così il suo personale de profundis preventivo per uno schieramento che, a suo avviso, non riuscirà mai a racimolare i voti necessari per entrare in Parlamento. Un “gancio” ben assestato a cui Fassina ha scelto di rispondere ostentando sicumera: “Sinistra Italiana non è la low cost del Pd ha detto – Non è la lista civetta per riportare, in modo surrettizio, al Pd gli elettori che hanno abbandonato quel partito”. “E’ un progetto politico autonomo, alternativo sia al Pd che ai 5 Stelle, e contrario alla destra che abbiamo visto sul palco domenica a Bologna”. Toni da campagna elettorale, che qualcuno ci stia già pensando?