Ebreo accoltellato a Milano, Bruxelles chiede chiarezza

ebreo
Ebreo accoltellato a Milano, Bruxelles chiede chiarezza

Ieri sera un ebreo, Nathan Graff, è stato brutalmente aggredito da alcuni sconosciuti nella città settentrionale di Milano. L’episodio è gravissimo ed è stato compiuto proprio ad una persona perbene, di 40 anni di età, giudicato un gran lavoratore (un certificatore di cibo) che conosce poco l’italiano e che vive una vita tranquilla con la figlia di un rabbino.

E’ stata fornita solidarietà dalla comunità ebraica italiana e da quelle europee: la polizia sta indagando sul movente e sulle cause di questa grave aggressione di tipo anti-semita ad un uomo che, a detta di amici, non ha nessun nemico. Anche Bruxelles ha voluto fornire la propria solidarietà a Nathan Graff ed alla comunità ebraica milanese, chiedendo a gran voce alle forze dell’ordine italiane di fare immediatamente chiarezza su un episodio del genere. Sulla vicenda è intervenuta la senatrice Lara Comi, europarlamentare di Forza Italia, augurandosi una risoluzione e sperando che non si tratti dell’inizio di una situazione molto pericolosa per la comunità ebraica.