Testaccio: rissa al mercato tra vegana e pescivendola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:12

Una rissa tutta ancora da chiarire, ma con un paio di ceffoni volati certamente. Protagoniste di questa singolare vicenda sono due donne che rappresentano un po’ il contrasto per eccellenza tra tradizione e modernità: una pescivendola ed una vegana. Luogo del siparietto è stato il famosissimo mercato di Testaccio a Roma. Un tempo mercato rionale e con semplici vocazioni gastronomiche, oggi avamposto di quella generazione “green”, “bio” e “healthy” che un po’ovunque in occidente va guadagnando spazi di consenso e diffonde nuove pratiche di consumo alimentare consapevole.

E’ proprio lì che Baveganirbara,  vegana, studiosa di sanscrito e animalista convinta, ha deciso di mettere il suo stand di prodotti naturali, con tanto di opuscoli informativi contro la macellazione animale ed il consumo di carni. Li, ad un passo dai macellai che le lavorano attorno ogni giorno e a due passi dal banco di pesce di Simona, romana doc, con una spiccata propensione per la polemica verace e la buona cucina di una volta. Non sono state le differenze di vedute, in ogni caso, ad accendere la scintilla dello scontro, ma un incenso acceso fra quei banchi così abituati ad essere immersi in odori di tutt’altra caratteristica. “Me riempi tutta la cella frigorifera co sta puzza!” avrebbe sbottato la signora per la quale, evidentemente, la misura era ormai colma. “Parli te che puzzi di pesce” le avrebbe risposto l’altra. Da li alle mani è stato un passo, anche se in questo punto le versioni delle due donne discordano. Adesso se ne sta occupando la magistratura perché Barbara, la vegana, ha infatti sporto denuncia nei confronti di Simona, la pescivendola.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!