Valeria Solesin, la ragazza italiana dispersa a Parigi, è morta al Bataclan

attentato parigi italiana morta
Valeria Solesin, la ragazza italiana dispersa a Parigi, è morta al Bataclan

Valeria Solesin, ex volontaria di Emergency e studentessa a Parigi grazie ad un dottorato vinto alla Sorbona, è stata ritrovata morta all’interno del Bataclan, il teatro degli orrori dove Venerdì sera sono morte 89 persone. Lo ha appena detto Corrado Ravagnini, il padre del fidanzato, all’agenzia di stampa AGI. Il suo corpo è stato ritrovato ed identificato questa mattina.

La studentessa di 28 anni, residente a Venezia, aveva vinto un dottorato presso la prestigiosissima università la Sorbona e stava passando il Venerdì sera al Bataclan per assistere al concerto rock. In quella sala, tre kamikaze hanno sparato all’impazzata, poi hanno fatto degli ostaggi ed hanno infine proceduto con l’uccisione uno ad uno delle persone all’interno della sala. Assieme a Valeria c’erano il fidanzato Andrea Ravagnani, la sorella di Andrea, Chiara Ravagnini, ed il fidanzato di lei, Stefano Peretti, tutti e tre rimasti illesi. C’è ancora un filo di speranza, ovvero che il corpo di Valeria sia stato scambiato con quello di un’altra.