Abusi sessuali sulla figlia di tre anni: coppia di conviventi arrestata a Caivano

Come fosse una matriosca di perversioni, il complesso Parco Verde di Caivano fa emergere oggi una nuova storia di miseria e di abusi. A farne le spese è questa volta una bambina di appena tre anni che, secondo la procura di Napoli Nord che ha emesso le ordinanze di custocaivanodia cautelare,  è stata costretta ad avere rapporti sessuali col compagno della madre in presenza della donna. Non solo questa sapeva ciò che accadeva in casa, informata dalla stessa bambina, ma non ha mai neppure fatto nulla per impedire che tali abusi si perpetrassero. Per questo motivo l’uomo si trova adesso in carcere e la donna è agli arresti domiciliari. La vicenda è emersa durante le indagini per la morte della piccola Fortunata Loffredo, di sei anni, che perse la vita precipitando nel vuoto dal sesto piano dell’edificio. Anche in quella circostanza si era di fronte ad un caso di abusi, secondo la convinzione degli inquirenti. E sempre nell’ambito di quelle indagini è emersa, nei mesi scorsi, la vicenda di un’altra coppia di coniugi che abusavano della loro figlia di 12 anni. Oggi un’altra storia dai contorni brutali e si teme, a questo punto, che possa non essere l’ultima.