Sangue in Nigeria: 40 morti in un attentato dei Boko Haram

 

Il gruppo terroristico Boko Haram ha rivendicato un attentato avvenuto ieri sera nella città di Yola, nel nord-est della Nigeria. Una bomba è stata fatta esplodere nei pressi di una stazione degli autobus, luogo generalmente frequentato da civili e venditori ambulanti. Almeno 40 le vittime mentre fonti interne parlano di decine di feriti trasportati d’urgenza in ospedale.

boko-haram-terroristiAl momento non è dato di sapere a quanto ammonti il numero complessivo dei decessi. E’ la seconda volta nell’ultimo mese che il gruppo jihadista compie attentati nei confronti della popolazione civile, musulmana, inerme, colta costantemente di sorpresa nei luoghi di convivenza civile o religiosa. Solo tre settimane fa un altro attentato in alcune moschee, una delle quali a Yola, aveva causato la morte di altre 42 persone ed il ferimento di un centinaio. Si attendono in queste ore maggiori dettagli sulla tragedia. Negli ultimi sei anni di attività i Boko Haram hanno causato nel Paese la morte di almeno 2000 persone, tutte civili. Un’escalation di violenza che con il nuovo colpo sferrato ieri sera non pare intenzionata a diminuire mentre il leader dell’organizzazione, Abubakar  Sheakau, continua a mietere consensi tra le file di nuovi giovani votati al martirio religioso.